Modello teorico/clinico della balbuzie

Le variabili che intervengono nel determinare e mantenere la balbuzie sono molteplici.

Prenderemo, qui, in esame le variabili psicologiche e quelle ambientali che giocano un ruolo importante ai fini riabilitativi.

Il nostro modello ritiene che il comportamento disfluente sia appreso e mantenuto da variabili di ordine psicologico/ambientale: se un bambino per un qualsiasi motivo, inizia a balbettare, la particolare attenzione dei genitori nei suoi confronti oppure le prese in giro dei compagni, determinano un incremento del “comportamento balbuzie” ed un forte senso di svilimento e fallimento personale; questi sentimenti negativi aggravano ulteriormente il linguaggio stesso. Nel tentativo, da parte del soggetto balbuziente, di rendere l’eloquio fluente, vincendo blocchi ed esitazioni, il linguaggio diventa esplosivo, impetuoso, come se con lo sforzo il soggetto dovesse vincere chissà quale resistenza.

Nello stesso tempo si aggrava anche il vissuto psicologico che fa sì che il soggetto sperimenti un senso di continua frustrazione, con manifestazioni di facile collera e aggressività o di assoluta introversione e/o sottomissione per il senso profondo di inadeguatezza, vergogna e imbarazzo.

Il sentimento di fallimento personale, di impotenza, di scarso valore personale determinano, nei più piccoli, abbandono precoce dello studio, scarse aspettative riguardo al bisogno di autorealizzazione e un diffuso comportamento di evitamento di tutte le situazioni sociali e relazionali per la paura di balbettare e quindi essere derisi.

Si sviluppa così una vera e propria organizzazione cognitiva di tipo fobico.

Logopedista aiuta bambina a superare la balbuzie con Balbus

L’evitamento fobico nella balbuzie

Ordinare un caffè, comprare il giornale, chiedere un’informazione o fare un intervento a scuola o in contesti sociali, risulta praticamente impossibile. Il soggetto per evitare che gli altri colgano la sua difficoltà, con il conseguente sentimento di ansia, frustrazione e vergogna, preferisce non esporsi, rinuncia, evita, abbandona ogni situazione di confronto.

Questo diffuso comportamento di fuga rafforza l’immagine di persona diversa, inferiore, e aumenta ancora di più la propria non-efficacia nel controllo dell’eloquio, delle emozioni e di conseguenza delle relazioni sociali che sono sempre meno ricercate, con conseguente abbassamento della già scarsa autostima e del senso di valore personale.

Logopedista aiuta bambina a superare la balbuzie con Balbus

Percorso riabilitativo

Dalla presentazione del modello di balbuzie fin qui descritta si evince chiaramente come il fulcro del problema sia l’organizzazione fobica, cioè la paura di parlare in pubblico e di parlare con gli altri. Questa paura spinge a evitare tali situazioni, concorrendo conseguentemente al mantenimento del problema fobico; così il circolo vizioso di automantenimento è completato e purtroppo destinato a durare nel tempo.

Il blocco totale delle esplorazioni comporta l’impossibilità di sperimentare comportamenti diversi e alternativi a quelli di chiusura, perciò il soggetto non potrà imparare ad invalidare le proprie convinzioni catastrofiche.

Questo avviene solo attraverso l’esposizione allo stimolo ansiogeno che permette di invalidare le convinzioni irrazionali e di adottare comportamenti più adeguati e adattivi.

Per questo è necessario che il soggetto impari ad accettare il giudizio negativo degli altri, le critiche, così come le derisioni e l’essere oggetto di scherno, con la consapevolezza, però, che il valore di una persona è ben altro e che non potrà mai essere legato ad un singolo elemento di vita o a un atteggiamento o comportamento. Il valore è dato dalla nostra storia, dai nostri affetti, dal nostro credo più profondo, dall’insieme dei valori etici, morali e tanto altro ancora, e non può essere messo in discussione da una difficoltà locutoria.

Lavorare sull’organizzazione cognitiva e sull’autostima richiede un intervento specialistico con uno psicoterapeuta esperto che deve essere preso seriamente in considerazione.

Questo è uno step molto importante del modello riabilitativo a cui ci ispiriamo.

Contatta Balbus per risolvere tutti i tuoi problemi di balbuzie

Contatti

Hai domande su come funziona Balbus? Hai dubbi sulle modalità di pagamento? Vuoi richiedere un supporto per il primo utilizzo? Contattaci adesso, risponderemo a tutte le tue richieste.

Domande o dubbi? Contattaci!

Accetta le condizioni sulla privacy